A casa di Luca. La storia di un atleta, di una famiglia.

“All’epoca – ricordano i genitori Rita e Luciano – non si sapeva ancora cosa fosse realmente l’autismo. I medici consultati ci dissero che Luca non avrebbe mai imparato a leggere e a scrivere. Non ci avrebbe certamente riconosciuti come genitori e la soluzione migliore era quella di rinchiuderlo in un Istituto. Ipotizzavano che una delle…