Lettera a mio figlio autistico

“In partenza per Bormio, già sul pullman, ho notato che non volevi sederti accanto a papà come fai di solito, ma vicino a Lory…Hai mangiato la piadina senza togliere la carta che l’avvolgeva, per buttarla, come fai di solito… Ti guardavo e questo mi faceva ben sperare, quando però ho visto il tuo impegno sul…