Rieti festeggia i 10 anni di Special Olympics 

tuffandosi nei Giochi Regionali con 240 Atleti di tutto il Lazio

Non si sono ancora spenti gli entusiasmi per i fantastici Giochi Nazionali di Bardonecchia ed è già tempo di tuffarsi in un altro grande evento Special Olympics. A Rieti, sabato 7 e domenica 8 aprile, la piscina provinciale Aria sport di Campoloniano (via Oreste di Fazio, località Villa Reatina), accoglierà 240 atleti di 20 squadre di tutte le provincie del Lazio (più due provenienti da Abruzzo e Umbria) in un’altra grande edizione dei Giochi Regionali di nuoto (Play the Games) che festeggerà i 10 anni di attività del team reatino, con una delle discipline più praticate dagli Atleti Special Olympics. 

Sarà bellissimo ospitare questa manifestazione – anticipa il direttore provinciale Enrico Faraglia, reduce dall’esperienza come tecnico nazionale dello sci da fondo sulle nevi di Bardonecchia – perché come sempre tutti si cimenteranno nelle gare con lo spirito di trascorrere due giornate all’insegna della fratellanza e della sana competizione “alla pari”. Tutti daranno il massimo per una medaglia che li accompagni nel migliore dei modi verso i giochi nazionali in programma dal 4 al 10 giugno a Montecatini”.

Un grande momento di inclusione e condivisione di valori – aggiunge Faraglia – che suggellerà il nostro decennale: un percorso che ci ha fatto crescere tanto. Le manifestazioni finiscono, ma la nostra presenza, con i nostri programmi sportivi, continuerà incessantemente”.

A dare il via alla manifestazione sarà come impone il protocollo olimpico, la cerimonia di apertura che avrà luogo sabato dalle 9.30, mentre i primi colpi di starter saranno dati alle 10 e le gare (che prevedono anche le staffette) proseguiranno fino alle 18. Domenica si riprenderà a nuotare dalle 9 e le competizioni in vasca andranno avanti anche nel pomeriggio.

Ci aspettiamo tante emozioni da parte di tutti – prevede Stefania Cardenia, direttore regionale di Special Olympics Team Lazio – particolarmente per Atleti, tecnici e familiari. Soprattutto perché questo evento sarà una prova generale in vista di Montecatini, che ospiterà l’evento nazionale più grande mai svolto in Italia con circa 3000 atleti in tantissime discipline. Emozioni che replicheremo sulla pista dello stadio di Fiano Romano il 14 e 15 aprile, per i Giochi di Atletica”.

Il comitato organizzatore dei Play the Games ringrazia per il supporto la Fondazione Varrone, la Camera di Commercio, Cuore Nazionale, Croce Rossa Italiana per l’assistenza sanitaria, Rotary, Regione Lazio e Comune di Rieti, oltre ad Aria Sport. Un grande grazie infine agli studenti dell’Istituto Istruzione Superiore Luigi di Savoia di Rieti (Ipsscs, corso Assistenti Socio Sanitari e Odontotecnico) che nei due giorni indosseranno le pettorine dei volontari e saranno i primi tifosi di tutti gli Atleti Special Olympics.